BookHaul,  Consigli libreschi

Seme di Strega di M. Atwood: Shakespeare oggi

Bentrovati amici lettori!
Come procedono questi ultimi giorni che precedono il Natale?
Oggi parliamo di Margaret Atwood. In particolare di Seme di strega, riscrittura di una delle opere più celebri opere di Shakespeare La Tempesta.
Il romanzo è edito da Rizzoli.
Felix è un regista teatrale di successo, ma nulla di ciò che ha portato in scena finora potrà reggere il confronto con la brillante, spiazzante rilettura della shakespeariana La tempesta che, all’indomani della morte dell’amata figlia Miranda, Felix si è messo in testa di produrre. Vittima di un tradimento da parte del suo socio in affari, Felix si ritrova d’improvviso a vivere in totale solitudine, estromesso con un colpo di mano dal mondo del teatro, in una capanna in mezzo al niente con la compagnia di un fantasma.
Questa è la prima opera che leggo di Margaret Atwood e credo che riscrivere un’opera come quella di Shakespeare non sia un’impresa in cui tutti potrebbero eccellere: lei lo fa senza se e senza ma.
Porta la visione di teatro nel teatro ai giorni d’oggi senza dimenticare quel filone della vendetta e del dramma umano tipico di Shakespeare. La trama, per quanto non ricca di grandi innovazioni rispetto all’originale cattura, porta profonde riflessioni e mostra i due lati della medaglia degli inganni e dei successi. Un uomo all’apice del successo professionale e sentimentale che in poco tempo si ritrova solo a fare i conti con i suoi demoni.
Una lettura accattivante e ipnotica che rende un classico del teatro elisabettiano un classico moderno dove l’animo umano è più fedele alla gloria e al vile danaro che agli affetti.
Le vite vengono mischiate su quel palco dimostrando come nella vita prima o poi tutto torna indietro.
Adorato per la traduzione e perchè rende onore a Shakespeare.
Consigliato ai lettori un po’ più esperti e che hanno già letto La tempesta, così da poterlo apprezzare fino in fondo.
Vi lascio qui il link diretto per l’acquisto.
Fatemi sapere se lo avete letto, se avete intenzione di leggerlo e cosa ne pensate.
Ricordatevi di seguirmi su Instagram (paolacalefato) e Facebook (MyPoBlog) per rimanere sempre aggiornati sulle mie letture.
Condividete se vi è piaciuto e iscrivetevi al blog per il prossimo articolo!
Non mi resta che augurarvi buona lettura!
A presto amici lettori!

Paola, classe 1994, milanese DOS (denominazione origine stressata). Divoratrice di libri, dipendente da serie tv e film. Petulante agonistica e polemica per necessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *