Il vice questore aggiunto Lorenzo Festa torna nel nuovo romanzo di Valerio Marra edito da AlterEgo che ringrazio per l’omaggio.

Frascati, 4 marzo.
È la fredda sera di martedì grasso quando Stefano Genovese, giovane assicuratore che gioca in una squadra di calcio locale, perde la vita in un incidente stradale.
Lorenzo Festa, vice questore aggiunto appena assegnato al commissariato di via Sciadonna, sospetta che non si sia trattato di una sfortunata casualità, e dà l’avvio a un’inchiesta che coinvolgerà anche i suoi più fidati collaboratori. Le indagini, tra interrogatori e indizi misteriosi, si faranno strada tra i segreti del mondo dell’arte e dello sport, intrecciandosi con i misteri più intriganti e oscuri della tradizione popolare.
L’eco del peccato è un giallo dall’intreccio avvincente e ben orchestrato, un poliziesco dai sentimenti umani, in grado, allo stesso tempo, di regalare emozioni e di strappare un sorriso.

Un buon giallo per questa estate: capitoli brevi, linguaggio semplice, un’indagine abbastanza lineare. Tutto questo rende il romanzo di Marra un buon giallo da ombrellone. Carino, ben studiato ma a volte la vita privata dei personaggi lo trasforma in un percorso nell’inconscio del commissario Festa,  dell’agente Russo, l’assistente Giorgi, il sostituto commissario Moretti e il “pivello” Conti. Credo che raccontare la natura umana sia sempre necessario per dare forma ai personaggi, ma attenzione quando questa supera la trama originaria come in alcuni passaggi avviene in questo caso.
Il giallo è ambientato nel mezzogiorno italiano, Frascati, che dona quell’alone di mistero in più. Buona l’idea di spostare i sospetti sui vari personaggi cercando di fuorviare il lettore.
La trama delle indagini è ben orchestrata e studiata.
Uno stile che se applicato alle indagini risulta molto scorrevole, ma che nei punti più intimi andrebbe un pochino colorato per non cadere nella monotonia e non perdere il ritmo costante e adrenalinico che rende i gialli belli da divorare.
Mi è piaciuto che all’interno del romanzo si trovino dei termini dialettali, in particolar modo napoletani, che rendono molto vero e più credibile l’ambiente del commissariato, mostrando così le varie provenienze e le diversità che arricchiscono. 

“La vita, però, è il trionfo dell’improbabile e il miracolo dell’imprevisto: e questo il poliziotto lo aveva imparato sulla propria pelle.”

Consigliato per l’estate: è una buona lettura perchè comunque si vede che c’è uno studio dei personaggi, della trama e una buona cura degli aspetti stilistici e lessicali, ma attenti perchè se vi aspettate un’indagine con colpi di scena, inseguimenti da mozzare il fiato non è questo il libro adatto a voi.
Trovate come sempre i link d’affiliazione per l’acquisto, il costo del libro è di €13: vi ricordo che se acquisterete direttamente da qui (quindi aggiungete al carrello e acquistate senza uscire dalla pagina) io riceverò una piccola commissione che mi aiuterà a portare avanti il blog con contenuti sempre d’alta qualità e a voi non costerà assolutamente nulla in più!
Amazon
IBS
Per tutte le novità e le letture in corso ricordatevi di seguirmi sui miei profili social Instagram, su Facebook e su Twitter. Ve lo consiglio perchè presto arriveranno tanti libri e tante novità.
Vi aspetto e vi auguro una buona lettura!

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *