Books,  Consigli libreschi,  MyPo's Word

"L’isola dei fiori di cappero" di Vito Faenza

L’isola dei fiori di cappero di Vito Faenza edito da Edizioni Spartaco, che ringrazio per l’omaggio, è un inno alla forza di non smettere di lottare e di credere che le cose si possono cambiare con tenacia ed intelligenza.

Ha solo tredici anni, Anna, quando viene notata dal figlio del Boss. Attratta dalle automobili di grossa cilindrata, dai regali che riceve e dal rispetto che lui incute, la ragazza accetta le sue attenzioni. Questo errore, dettato dalla vanità, si trasforma ben presto in una pesante catena che solo la passione profonda di uno studente di Giurisprudenza, poi magistrato, riuscirà a spezzare. Una notizia di cronaca nera offre lo spunto per una travolgente storia d’amore raccontata da un attento osservatore di malavita organizzata. La trama, liberamente ispirata a vicende reali, finisce per diventare uno spaccato di quanto spesso avviene in certe zone del Sud e a volte anche nel resto d’Italia. Politici corrotti, la camorra che s’insinua nelle stanze del potere, guerre tra clan, attentati e raid omicidi, la paura che come una fitta cappa grigia soffoca la flebile voce di chi non ha la forza di ribellarsi. E poi la legge, che fatica a mettere ordine e che talvolta è costretta a calcare la mano per ottenere una giustizia parziale. Nessun eroe. Nessun vincitore. Solo una lotta per sopravvivere all’altro.

In paesino immaginario della Campania incontriamo Anna: ha solo tredici anni quando subisce il fascino del potere e delle ricchezze, ben presto però si renderà conto che far parte della vita del figlio del Boss porta con sé un prezzo molto alto da pagare. Crescendo cambiano anche i sentimenti e quello di cui si ha bisogno: Anna incontra così Giovanni, uno studente di Giurisprudenza, che le farà conoscere l’amore tenero e senza interessi o pressioni esterne. Non potrà durare però: Giovanni sarà costretto a trasferirsi al Nord e Anna sarà abbandonata al suo destino fino a quando riuscirà, lottando, a ottenere la sua felicità.
Vito Faenza ha uno stile fiabesco, come ne Il Terrorista e il Professore e senza eccessi o grandi colpi di scena mostra le conseguenze che si possono subire quando si prendono strade sbagliate e che non è mai troppo tardi per lottare per la propria felicità.
Un romanzo breve, poco più di cento pagine, adattissimo ai più giovani: essendo molto breve si presa a chi non è un grande lettore e che si stufa a leggere i “mattoni”, allo stesso tempo però non si rinuncia alla qualità di un libro ben scritto e strutturato.
La storia di Anna è verosimile: in un territorio ancora così sottoposto al volere e al controllo della Camorra è normale che una ragazzina si pieghi per far sì che la sua famiglia non subisca alcun tipo di ripercussione. Anna è l’eroina di se stessa: non ha bisogno di essere salvata, perchè con intelligenza e scaltrezza si salva da sola. È lei che riesce ad ottenere il rispetto e la considerazione del Boss e sfrutta questo suo vantaggio per ottenere pian piano pieno controllo della sua vita e di quella del figlio che nascerà. Crescendo riesce sempre a essere al di fuori della famiglia tanto che non subirà alcun tipo di violenza né dal marito né dai suoi nemici. Sarà una donna rispettata ma mai temuta.
È un romanzo che si legge in batter d’occhio ma colpisce, stordisce e fa sognare: è la storia di una donna che facendo affidamento solo sulle sue forze si prende la vita che ha sempre sognato, voluto e saputo di meritarsi.
Vi lascio qui il link al WRAP UP di giugno dove parlo anche di questo romanzo: un motivo in più per seguirmi anche su Instagram TV.
Trovate come sempre i link d’affiliazione per l’acquisto, il costo del romanzo è di €10 : vi ricordo che se acquisterete direttamente da qui (quindi aggiungete al carrello e acquistate senza uscire dalla pagina) io riceverò una piccola commissione che mi aiuterà a portare avanti il blog con contenuti sempre d’alta qualità e a voi non costerà assolutamente nulla in più!
IBS
Amazon
Per tutte le novità e le letture in corso ricordatevi di seguirmi sui miei profili social Instagram, su Facebook e su Twitter. Ve lo consiglio perchè presto arriveranno tanti libri e tante novità.
Vi aspetto e vi auguro una buona lettura!

 

Paola, classe 1994, milanese DOS (denominazione origine stressata). Divoratrice di libri, dipendente da serie tv e film. Petulante agonistica e polemica per necessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *