Descrivere il rapporto tra sorelle è sempre complicato anche per chi sorella è. È un rapporto diverso da qualsiasi altro fatto di amore e odio e reciproca sopportazione. È amore allo stato puro, è correre quando una ha bisogno e allo stesso tempo vedere i propri sbagli riflessi nella vita dell’altra. Si è le prime amiche ma anche le prime nemiche. È strano ma l’unica certezza è che tua sorella ci sarà. Sempre.

Lucrezia Sarnani, alias C’era Una Vodka, in Dieci cose che avevo dimenticato edito Rizzoli racconta proprio di due sorelle.

Marta e Giò sono sorelle, e non potrebbero essere più diverse. Giò vive a Parigi, è libera, senza legami – tranne quello con la sua gatta che l’aspetta a casa la sera – e ha intrapreso una brillante carriera nella pubblicità. Marta invece ha scelto l’amore per il compagno e il figlio di tre anni: da Milano si è trasferita in provincia e lavora come speaker in una piccola radio. A volte ripensa al sogno di diventare fotografa che ha abbandonato per fare la mamma, ma sa che il coraggio e la determinazione della sorella, lei non riuscirebbe a trovarli. Un giorno, però, tutto viene messo in discussione: Giò e Marta ereditano la pasticceria di famiglia e fanno ritorno in Umbria, nel paese dei loro giochi di bambine. Lì, tra ulivi e buon vino, le giornate rallentano e, inaspettato, arriva il momento di capire se quello che hanno costruito le appaga davvero o se bisogna ripartire da zero. E poi c’è lui, uno che sa sempre trovare le parole giuste, e che sconvolgerà le vite di entrambe… Lucrezia Sarnari ci racconta di luoghi in cui il tempo ha ancora il valore di una volta e di donne che smettono di vivere in apnea per lasciarsi alle spalle tutto ciò che le fagocita. Ci ricorda che, anche oggi, in questo mondo che sembra non fermarsi mai, imparare a conoscersi ed essere felici è possibile.

Marta ha scelto la famiglia: si sente solo mamma e moglie. Giovanna, detta Giò, ha scelto invece Parigi, una gatta e soprattutto una carriera. Improvvisamente si ritrovano a Milano per dire l’ultimo addio a nonna Caterina. La perdita svelerà un segreto famigliare. Le due sorelle hanno avuto uno scontro poco tempo prima e nessuna delle due ha mai fatto il primo passo per chiarire. La cara nonna però le mette nella condizione di dover per forza confrontarsi: ha lasciato alle due sorelle la ex pasticceria di famiglia che si trova a Collestefano, piccolo paesino che conta tra le cinquemila e le seimila persone. In questo paesino incontrano Marco e Anna e loro stesse.

La bellezza di questo libro è che è un viaggio: un viaggio alla ricerca dell’amore per se stessi, per riscoprirsi complici, per riscoprire di non essere una sola “cosa” ma di avere mille sfaccettature. È il viaggio di Marta che ritrova il suo lavoro e le sue passioni ed è quello di Giò che riscopre i suoi sentimenti.

È la bellezza di ricominciare là dove si era perse senza dimenticare il bagaglio acquisito nel tempo trascorso. È la dolcezza di riscoprire che come curerà le tue ferite e i tuoi lividi tua sorella nessuno potrà farlo.

Gli amici, veri esistono, ma una sorella è diverso: è il tuo opposto e quindi non hai scuse di fronte a lei.

Sarnari con la sua dolcezza e con il suo essere mamma e Donna descrive le mille sfumature di un rapporto tra sorelle, ma soprattutto con se stesse è difficile perchè si ha paura di offendere, di deludere ma ci si dimentica che chi ci ama è felice se lo siamo noi. A ventiquattro anni in questo libro ho trovato la speranza di non perdermi mai, di non dimenticarmi mai chi sono e da dove vengo. Da sorella maggiore mi sono resa conto che non ho le verità in tasca, che mia sorella, a volte ne saprà più di me.

Lucrezia Sarnari è stata un’amica in questa lettura e sono molto onorata di essere stata scelta da lei per leggere questo splendido romanzo che è un vero e proprio elogio ad essere sempre e comunque se stesse.

Lo consiglio alle mie coetanee, ad ogni donna che si dimentica di se stessa per gli altri e a chi ha bisogno di un’amica che le mostri le proprie paure.

Trovate come sempre i link d’affiliazione per l’acquisto, il costo del libro è di €18. Vi ricordo che se acquisterete direttamente da qui (quindi aggiungete al carrello e acquistate senza uscire dalla pagina) io riceverò una piccola commissione che mi aiuterà a portare avanti il blog con contenuti sempre d’alta qualità e a voi non costerà assolutamente nulla in più.


Per tutte le novità e le letture in corso ricordatevi di seguirmi sui miei profili social Instagram, su Facebook e su Twitter. Ve lo consiglio perchè presto arriveranno tanti libri e tante novità.
Vi aspetto e vi auguro una buona lettura!

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *