Books,  Consigli libreschi

“Sbirre” di Carlotto, De Cataldo, De Giovanni

Cosa succede quando i maestri del giallo italiano si riuniscono e scrivono tre racconti lunghi o tre romanzi brevi incentrati sui loro personaggi femminili? Semplice! Nasce una mini raccolta che spazia dal giallo al rosa entrando nelle pieghe dei misteri e dei personaggi più complicati: Alba, Anna e Sara. Tre donne che hanno perso tutto e che vivono nell’ombra riparate solo dai ricordi.

Le sbirre di questi racconti sono creature di confine, paladine mancate, guerriere comunque sconfitte, sedotte dal delitto, soggiogate dalla vendetta, in bilico tra bene e male. Il commissario Alba Doria indaga nel magma ribollente della rete telematica, tra le pieghe più segrete del dark web, laddove alligna l’odio che consuma il Paese. Il vicequestore Anna Santarossa è già passata dall’altra parte e vende informazioni alla mafia bulgara. Sara Morozzi legge le labbra della gente e interpreta il linguaggio del corpo. Ha i capelli grigi e un passato tra i ranghi di un’unità impegnata in intercettazioni non autorizzate: ora ha anche un conto da regolare. Dall’estremo Nordest di una frontiera selvaggia fino alla Napoli anonima di sobborghi e quartieri residenziali, passando per una Roma in cui davvero aprile è il più crudele dei mesi e la primavera ha smesso di riscaldare i cuori, Massimo Carlotto, Giancarlo De Cataldo e Maurizio de Giovanni raccontano l’Italia al tempo dell’illegalità globalizzata, delle fake news, del condizionamento di massa. Svelano le ossessioni, le paure e la privata ferocia di coloro che dovrebbero difendere l’ordine pubblico. Inaugurano una new wave della letteratura nera, in cui la donna non ha più nulla di fatale, ha rinunciato alle pose marziali della giustiziera e, lontana dall’eroismo inquirente, restituisce la cupezza di una realtà quanto mai controversa.

Chi conosce i tre autori sa che hanno stili molto diversi, ma il loro punto di forza è la descrizione dell’animo umano.

Anna, personaggio di Carlotto, è un commissario di polizia che ha tradito i suoi valori per un amore sbagliato che l’ha condotta a subire l’atto più atroce per una donna e da lì, come una fenice, rinasce e ripaga i suoi carnefici con la stessa moneta.  In Senza sapere quando, primo dei tre, incontriamo una donna che ha deciso di riprendersi la sua libertà e di non perdonare.

 

Alba, protagonista di De Cataldo in La triade oscura, segue il suo istinto e scopre una rete di soprusi nel Dark web. Una donna che non si piega al volere dei superiori e che persegue la sua idea. Il racconto è ispirato ai fatti di cronaca di cyberbullismo e del Blue Wale. Tra i tre è il più thriller sia per il tema che per la struttura e risulta quella con più suspance.

 

Sara, protagonista già di Sara al tramonto la ritroviamo in questo pre-quell Sara che aspetta di de Giovanni. Questo racconto avrei preferito leggerlo prima del romanzo perchè delinea ancora di più un personaggio interessante e dalle mille sfumature.  Indaga sulla morte di quel figlio rinnegato per un amore più grande. Abituata a vivere nell’ombra e osservare le vite altrui da lontano si ritrova a cercare di mettere insieme i pezzi di quello che a lei tutto appare tranne che un incidente stradale.

 

Per gli amanti del genere è una raccolta che non può mancare nelle librerie perchè sono tre racconti basati prettamente su tre donne che trovano forza anche nei loro demoni, nelle loro fragilità.

 

Uscito per Rizzoli nella collana Noir spero sia solo l’inizio di tante opere del genere: è bello vedere il giallo declinato in tre modi cosi diversi e unici. Ringrazio la casa editrice per l’omaggio.

 

Trovate come sempre i link d’affiliazione per l’acquisto, il costo del libro è di €18,50. Vi ricordo che se acquisterete direttamente da qui (quindi aggiungete al carrello e acquistate senza uscire dalla pagina) io riceverò una piccola commissione che mi aiuterà a portare avanti il blog con contenuti sempre d’alta qualità e a voi non costerà assolutamente nulla in più.

 

Per tutte le novità e le letture in corso ricordatevi di seguirmi sui miei profili social Instagram, su Facebook e su Twitter. Ve lo consiglio perchè presto arriveranno tanti libri e tante novità.
Vi aspetto e vi auguro una buona lettura!

Paola, classe 1994, milanese DOS (denominazione origine stressata). Divoratrice di libri, dipendente da serie tv e film. Petulante agonistica e polemica per necessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *