Books,  Consigli libreschi

“Bad Man” di Dathan Auerbach

Di thriller belli ce ne sono tanti in libreria, di esordi anche, ma, secondo me, di esordi di scrittori di thriller belli no. Auerbach ci dona un romanzo, Bad Man (Sperling&Kupfer) non perfetto, ma che convince. Un thriller che, come molti altri, si apre con una scomparsa ma che, come pochi, tiene incollati al libro dalla prima all’ultima pagina.

Quando è sparito nel nulla, il piccolo Eric aveva solo tre anni. È uscito col fratello maggiore Ben a fare la spesa, è entrato nel bagno del supermercato ed è come se fosse stato inghiottito d’un colpo. È bastato che Ben si distraesse un secondo e il bambino non c’era più.

Dissolto nell’aria pesante delle paludi della Florida. Nonostante le ricerche, di lui non è rimasta la minima traccia e, cinque anni più tardi, la sua famiglia è ormai a pezzi. Solo Ben resiste, mentre la sua matrigna si limita a sussurrare il nome di Eric e rifiuta di lasciare la casa che il padre di Ben non si può più permettere. Perciò il ragazzo ha un disperato bisogno di lavorare e l’unica chance gliela dà proprio quel supermercato. Dove gli basta varcare la soglia per capire che qualcosa non va: gli oggetti volano dagli scaffali, le imballatrici prendono vita, le pesanti porte delle celle frigorifere si chiudono di colpo, misteriose stanze segrete si rivelano all’improvviso. Anche la gente è strana. E c’è qualcosa che non va persino nell’aria.

Ecco perché Ben sa di essere nel posto giusto. Sa che quel luogo cavernoso ha molte cose da raccontargli. Per questo non smette di guardarsi intorno. Forse la verità si nasconde proprio lì. O forse il messaggio è un altro. E lui la prossima vittima.

Incontriamo la famiglia di Ben cinque anni dopo la sparizione di Eric: Ben ha vent’anni e si è appena diplomato, la matrigna vive nella speranza che il suo piccolo torni a casa e il padre cerca di far tornare tutti i conti. Il giovane trova lavoro nello stesso supermercato in cui sparì il fratellino. Dal primo giorno di lavoro inizia a capire di essere il solo a poter svelare il mistero della scomparsa del fratellino.

Ben è un ventenne che si colpevolizza per quello che è accaduto al fratello e che ne è per questo ossessionato. La sua famiglia è a pezzi e dal momento in cui ha visto la possibilità di svelare il mistero e tornare alla sua normalità l’afferra al volo.

Il romanzo presenta due difetti a mio avviso: il primo è che non approfondisce alcuni aspetti della vicenda, come il mistero della Blackwater School, e il punto di vista limitato di Ben che non permette al lettore di avere una visione completa degli avvenimenti. 

Come vi dicevo il romanzo funziona comunque grazie all’atmosfera quasi gotica che l’autore trasmette al supermercato di notte, sia perchè in qualche modo riprende il mito dell’uomo nero, dell’uomo cattivo, che rapisce i bambini e sia perchè usando Ben come centro della narrazione pone la focalizzazione sulla sua perdita che da il via sia alla narrazione, ma che allo stesso tempo trasmette a chi legge tutto quel dolore e quella frustrazione che aumentano la suspance e allo stesso tempo permettono di entrare in empatia. Ad Auerbach non interessa descrivere i personaggi e i loro sentimenti a lui interessa Ben e come renderlo più vicino al lettore.

Un mistero, quello che ci viene presentato, che non viene del tutto svelato, quasi volesse esserci un finale aperto a diverse interpretazioni o a un seguito. É ben evidente l’impronta del maestro dell’horror Stephen King mostrando come questo mostro sacro abbia influenzato una generazione di scrittori, ma Auerbach si discosta dal semplice horror, dal voler descrivere una società e ci regala un romanzo che cattura per il mistero e funziona per le atmosfere.

In Italia è edito da Sperling & Kupfer, che ringrazio per l’omaggio. In America, invece, è edito da Doubleday prima casa editrice di King, se non è una garanzia questa cosa lo è?

Vi consiglio vivamente di leggerlo perchè è raro trovare un romanzo che, nonostante le imperfezioni, faccia dire “ne vale la pena”.

Vi lascio come sempre i link d’affiliazione per l’acquisto, il costo del libro è di €18,90. Vi ricordo che se acquisterete direttamente da qui (quindi aggiungete al carrello e acquistate senza uscire dalla pagina) io riceverò una piccola commissione che mi aiuterà a portare avanti il blog con contenuti sempre d’alta qualità e a voi non costerà assolutamente nulla in più.

Per tutte le novità e le letture in corso ricordatevi di seguirmi sui miei profili social Instagram, su Facebook e su Twitter. Ve lo consiglio perchè presto arriveranno tanti libri e tante novità.
Vi aspetto e vi auguro una buona lettura!

Tra carboidrati, maschere idranti e letture le mie avventure avvengono. Un po' ve le racconto qui insieme a dosi massicce di caffè! Divoratrice di libri, dipendente da serie tv e film. Petulante agonistica e polemica per necessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *