Books,  Consigli libreschi

“Cambio di rotta” di Elisabeth J. Howard

Torna la mamma dei Cazalet con un nuovo romanzo, fino ad ora inedito in Italia, vale a dire Cambio di rotta, da oggi in tutte le librerie. Ringrazio Fazi per l’ebook. Ora vi parlo del romanzo che mi ha fatta ricredere sulla Howard.

Emmanuel e Lillian Joyce sono una coppia di mezz’età appartenente all’alta borghesia londinese ebraica e cosmopolita. Lui è un drammaturgo di successo, lei è una donna fragile, più giovane del marito, raffinata e mondana. A mediare tra i due, il manager tuttofare Jimmy Sullivan. I Joyce conducono una vita da girovaghi: Londra e New York per il lavoro di Emmanuel, ma anche frequenti vacanze in varie località sul Mediterraneo. Emmanuel tradisce Lillian con molta disinvoltura, con le giovani attrici e le segretarie che subiscono il suo carisma. Complice anche l’abile lavoro di Jimmy, Lillian ignorale infedeltà del marito e conduce una vita ovattata. Quando c’è bisogno di una nuova segretaria, entra in scena Alberta, una ragazza molto giovane e ingenua che proviene da una numerosa famiglia di campagna. Alberta si ritrovacatapultata all’improvviso in un mondo a lei del tutto nuovo. Mentre i due uomini cominciano a subire il fascino semplice della ragazza e Lillian inizia a temere che Alberta diventi la prossima amante di suo marito, l’irrequieto quartetto si trasferisce suun’isola greca, dove le dinamiche fra i quattro personaggi prenderanno una piega inaspettata…

Se nei Cazalet ho pensato più e più volte che lo stile fosse troppo in tutto in Cambio di rotta l’ho trovato adatto alla storia che mi veniva raccontata: Emmanuel e Lilian sono due personaggi che all’inizio trovi frivoli, a tratti odiosi, ma che con l’arrivo di Alberta mutano, accettano il loro dolore e finalmente riescono ad andare avanti. Jim, il tutto fare invece, mi è sembrato vittima dei suoi sentimenti: l’ammirazione per Emmanuel lo porta a mentire e a prendersi cura di Lilian. L’arrivo di Alberta fa da nuovo inizio per queste tre vite e per la narrazione che diventa vivace e si focalizza su ogni personaggio per mostrare gli effetti di questa ventata d’aria fresca.

Il libro è sicuramente un racconto quotidiano, non ricco di colpi di scena, anzi, ma pieno di vita: quella che si ferma a seguito di un lutto e che riparte quando ci si sente pronti a prendersi cura di qualcuno e a riaprire il proprio cuore ai sentimenti. Ambientato tra New York, Londra e la Grecia mostra anche uno spaccato sociale molto stereotipato, perchè racconta il classico uomo di successo che corteggia e tradisce la moglie con le ragazze che gli girano intorno, una moglie che crede, o finge di credere, a tutte le bugie che le vengono dette e Jimmy che tiene in qualche modo insieme tutto questo.

Alberta è fuori da questo schema e con l’evolversi della storia vedremo come sarà lei veramente a rimettere tutto nella giusta prospettiva.

Mi è piaciuto perchè racconta una società raccontandone degli appartenenti, perchè è un libro che, nonostante il finale aperto, riesce a dare pace ai suoi personaggi. Forse avrei preferito in alcuni momenti meno descrizioni e più fatti però mi rendo conto che non è un libro che gioca su quello che succede “in scena” ma quello che accade nell’intimo dei personaggi. Mi lascia perplessa che all’uscita, nel 1959, il romanzo fu incluso fra i migliori libri dell’anno da «The Sunday Times» insieme a Lolita di Nabokov, che era appena stato pubblicato a Londra e poi si sia un po’ perso. Trovo che ci sia un po’ della madre dell’autrice che soffriva di depressione in Lilian e che in qualche modo avrebbe voluto essere lei l’Alberta che la tira fuori da quel vortice. È una mia interpretazione ma alcuni passaggi solo chi li ha vissuti avrebbe potuto descriverli.

Consigliato: sì, ma non aspettatevi un romanzo famigliare o qualcosa di simile ai Cazalet perchè è completamente diverso come stile perchè possiamo dire che siamo ancora tra le primissime opere dell’autrice che mostra già grande padronanza e conoscenza dell’animo umano.

Vi lascio come sempre i link d’affiliazione per l’acquisto, il costo del libro è di €18,50. Vi ricordo che se acquisterete direttamente da qui (quindi aggiungete al carrello e acquistate senza uscire dalla pagina) io riceverò una piccola commissione che mi aiuterà a portare avanti il blog con contenuti sempre d’alta qualità e a voi non costerà assolutamente nulla in più.

Per tutte le novità e le letture in corso ricordatevi di seguirmi sui miei profili social Instagram, su Facebook e su Twitter. Ve lo consiglio perchè presto arriveranno tanti libri e tante novità.
Vi aspetto e vi auguro una buona lettura!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Po – Immagini e parole (@paolacalefato) in data:

Paola, classe 1994, milanese DOS (denominazione origine stressata). Divoratrice di libri, dipendente da serie tv e film. Petulante agonistica e polemica per necessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *