Books,  Consigli libreschi

“Eleanor Oliphant sta benissimo” di Gail Honeyman

Eleanor Oliphant sta benissimo di Gail Honeyman edito da Garzanti è un romanzo molto controverso per me. Partiamo dalla trama e cerchiamo di capire insieme cosa funziona e cosa no nel bestseller dell’estate.

 

Mi chiamo Eleanor Oliphant e sto bene, anzi: benissimo.
Non bado agli altri. So che spesso mi fissano, sussurrano, girano la testa quando passo. Forse è perché io dico sempre quello che penso. Ma io sorrido, perché sto bene così. Ho quasi trent’anni e da nove lavoro nello stesso ufficio. In pausa pranzo faccio le parole crociate, la mia passione. Poi torno alla mia scrivania e mi prendo cura di Polly, la mia piantina: lei ha bisogno di me, e io non ho bisogno di nient’altro. Perché da sola sto bene. Solo il mercoledì mi inquieta, perché è il giorno in cui arriva la telefonata dalla prigione. Da mia madre. Dopo, quando chiudo la chiamata, mi accorgo di sfiorare la cicatrice che ho sul volto e ogni cosa mi sembra diversa. Ma non dura molto, perché io non lo permetto.
E se me lo chiedete, infatti, io sto bene. Anzi, benissimo.
O così credevo, fino a oggi.
Perché oggi è successa una cosa nuova. Qualcuno mi ha rivolto un gesto gentile. Il primo della mia vita. E questo ha cambiato ogni cosa. D’improvviso, ho scoperto che il mondo segue delle regole che non conosco. Che gli altri non hanno le mie stesse paure, e non cercano a ogni istante di dimenticare il passato. Forse il «tutto» che credevo di avere è precisamente tutto ciò che mi manca. E forse è ora di imparare davvero a stare bene. Anzi: benissimo.

 

Partiamo dal presupposto che mi aspettavo qualcosa di più: la protagonista soffre visibilmente di disturbi psichici già dalle prime pagine ma non ci è dato saperne la causa. È un po’ una minestra di dati e fatti con protagonista Eleanor che però ha un buon gusto. La lettura procede bene, rilassante e rapida. L’unico personaggio di cui sappiamo e conosciamo i pensieri e le vicende e per l’appunto Eleanor. Una donna con molte fissazioni, con poca empatia ma sicuramente dovuti a questa madre che aleggia come una figura inquietante e misteriosa durante tutta la storia.

Un esordio quindi non perfetto con uno stile acerbo reso molto bene dalla traduzione.

Un libro che consiglio per letture di piacere e relax non certo come pietra miliare della letteratura.

Mi sarebbe piaciuto capire di più della protagonista e del suo passato che rimane un po’ abbozzato nel finale, giusto per tirare le somme. Peccato.

Vi lascio come sempre i link d’affiliazione per l’acquisto, il costo del libro è di €17, 90. Vi ricordo che se acquisterete direttamente da qui (quindi aggiungete al carrello e acquistate senza uscire dalla pagina) io riceverò una piccola commissione che mi aiuterà a portare avanti il blog con contenuti sempre d’alta qualità e a voi non costerà assolutamente nulla in più.

 

Per tutte le novità e le letture in corso ricordatevi di seguirmi sui miei profili social Instagram, su Facebook e su Twitter. Ve lo consiglio perchè presto arriveranno tanti libri e tante novità.
Vi aspetto e vi auguro una buona lettura!

 

 

Paola, classe 1994, milanese DOS (denominazione origine stressata). Divoratrice di libri, dipendente da serie tv e film. Petulante agonistica e polemica per necessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *