Il rilegatore di Bridget Collins, Il rilegatore, Bridget Collins, My Po Blog, Il rilegatore Recensione, Recensione My Po Blog, Recensione Il rilegatore, Garzanti, Blogger,
Books,  Consigli libreschi

Il rilegatore di Bridget Collins

Il rilegatore di Bridget Collins edito da Garzanti è il libro che non ti aspetti: affascinante, intrigante e che porta il lettore lontano, in un modo e in un’epoca sconosciuti.

Ringrazio la casa editrice per il gentile omaggio.

Il rilegatore di Bridget Collins: l’autrice

Bridget Collins ha studiato arte drammatica alla London Academy of Music and Dramatic Art e letteratura inglese all’università di Cambridge. Dopo una fortunata carriera come attrice, ha deciso di volgersi alla narrativa.

Il rilegatore di Bridget Collins: la trama

Il rilegatore di Bridget Collins, Il rilegatore, Bridget Collins, My Po Blog, Il rilegatore Recensione, Recensione My Po Blog, Recensione Il rilegatore, Garzanti, Blogger,

Immagina di poter cancellare per sempre un ricordo, una colpa, un segreto. C’è stato un tempo in cui ciò era possibile. Abili rilegatori, nelle loro polverose botteghe, oltre a modellare la pelle e incollare fogli, aiutavano le persone a dimenticare. Seduti con un libro tra le mani, ne ascoltavano le storie e, parola dopo parola, le cucivano tra le pagine, intrappolandole tra i fili dei risguardi. Così, il ricordo spariva per sempre dalla memoria: catturato dalla carta, non lasciava più alcuna traccia di sé. Per anni l’anziana Seredith ha praticato questo affascinante mestiere. Ma ora è il momento di trovare un apprendista, qualcuno cui trasmettere le sue preziose conoscenze.

La scelta cade su Emmett. Sarà lui il nuovo rilegatore, un giovane per cui i libri sono sempre stati un oggetto proibito: Emmett li teme, pur ignorando il motivo di tale paura. Eppure, giorno dopo giorno, fa suo il compito di raccogliere segreti, colpe e confessioni. E il laboratorio in cui quel miracolo si compie, ormai, è come casa sua. Crede di conoscerne ogni angolo fino a quando scopre una stanza di cui nessuno gli aveva parlato. Al suo interno un’immensa libreria. Tra quegli scaffali, Emmett trova un libro che reca il suo nome e custodisce un ricordo che gli appartiene. Non c’è alcun dubbio, ma il ragazzo non sa di cosa si tratta. Non può saperlo. Ed è ora di scoprirlo. Perché per capire chi è veramente ha bisogno di conoscere ogni cosa, anche ciò che ha voluto o dovuto dimenticare.

Il rilegatore di Bridget Collins: la recensione

Il rilegatore è sicuramente uno dei romanzi più attesi per questo 2019. È stato il mio “libro-ponte” tra giugno e luglio.

Un inizio lento, a tratti sembrava di stare fermi. Poi, superate le prime cinquanta pagine va. La trama ti coinvolge fino a lasciarti senza fiato.

Una prosa resa molto bene dalla traduzione di Roberta Scarabelli: cattura, trascina e non permette al lettore di staccare gli occhi dalla pagina per paura di perdersi qualcosa di importante.

Una storia divisa in tre parti: una costruzione ad incastro che, sul finale, scioglie tutti i nodi di una trama complicata, ma avvincente fino all’ultimo. Ogni personaggio, nonostante magari non sia importante ai fini della trama, è ben caratterizzato.

L’unica pecca è stata l’ambientazione: una trama così ben costruita, così nuova, fresca pecca di un ambiente non descritto poco caratterizzato.

Il mondo dei libri può nascondere molte insidie e perchè no, delle ombre! Questo è lo spunto da cui nasce l’opera, da qui la scrittrice fa correre la sua fantasia e cattura quella dei lettori che si immedesimeranno in Emmett, uno dei protagonisti: rilegheremo i libri e scopriremo che ognuno di essi nasconde ricordi, segreti inconfessabili. Ai rilegatori il compito di cancellarli, di non renderli più accessibili.

Mi ha affascinata: mi aspetto un buon libro ma ha superato le mie aspettative! La trama è veramente imperdibile: non posso parlarne di più perchè il rischio dello spoiler è dietro l’angolo! Vi consiglio di andare a scoprirlo in libreria al più presto!

Il rilegatore di Bridget Collins: il pubblico

Il romanzo è consigliato a chi ha amato Caraval!

Come sempre vi lascio qui sotto i link di affiliazione con cui potete supportarmi. Vi ricordo che per ogni acquisto generato da questi link io percepisco una piccola percentuale. In questo modo mi aiutate a portare costantemente qualità sul blog.

Per tutte le novità e le letture in corso ricordatevi di seguirmi sui miei profili social Instagram, su Facebook, su Twitter e su YouTube.

Non mi resta che augurarvi una buona lettura

Paola, classe 1994, milanese DOS (denominazione origine stressata). Divoratrice di libri, dipendente da serie tv e film. Petulante agonistica e polemica per necessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *