Rosamound, Rosamound di Rebecca West, Trilogia della famiglia Aubrey, Aubrey, Rebecca West, Lettura, Romanzo, Fazi Editore, io leggo, La famiglia Aubrey, Recensione Rosamound di MyPoblog, My Po Blog,
Books,  Consigli libreschi

Rosamound di Rebecca West

Rosamound di Rebecca West è il capitolo finale della trilogia iniziata con La famiglia Aubrey e continuata con Nel cuore della notte.

Tutti e tre i romanzi sono editi in Italia da Fazi Editore che ringrazio per l’omaggio.

Mi sono emozionata, ho riso e bevuto litri di tè leggendo queste storie, Rosamound, pur non essendo all’altezza del primo mi ha lasciato una sensazione di amaro in bocca come se ci fosse ancora qualcosa da scoprire.

Rosamound di Rebecca West: l’autrice

Nata Cicely Isabel Fairfield a Londra, prese il suo pseudonimo dall’omonimo personaggio di Ibsen, un’eroina ribelle. Nel corso della sua lunga vita travagliata e romanzesca è stata scrittrice, giornalista, critica letteraria, grande viaggiatrice, femminista ante litteram e politicamente impegnata. La trilogia degli Aubrey è ispirata alla sua storia familiare. Fazi Editore ha pubblicato i primi due capitoli: La famiglia Aubrey (2018) e Nel cuore della notte (2019).

Rosamound di Rebecca West: la trama

Mentre lo scintillio degli anni Venti cede il posto alla Grande Depressione, Mary e Rose sono ormai due pianiste famose. Girano l’America soggiornando negli alberghi più esclusivi e vengono accolte come star alle feste d’élite, dove lo champagne scorre a fiumi e gli invitati sono ricchi, affascinanti e privilegiati. Di pari passo al lusso e al successo, si trovano però ad affrontare una società crudele e la volgarità di chi si finge amante della musica senza realmente comprenderla.

Ma soprattutto le due gemelle non riescono a colmare il divario tra presente e passato e a intessere nuove relazioni; prostrate dal dolore per la scomparsa della cara madre e dell’adorato fratello, subiranno anche l’allontanamento dell’unica persona che sarebbe in grado di dare valore alle loro esistenze: l’affascinante cugina Rosamund, che ha inspiegabilmente sposato un uomo avido e volgare, la quale abbandona il suo lavoro per viaggiare all’estero con lui. In questo faticoso percorso di maturazione emotiva e artistica, le due donne si aggrapperanno sempre di più l’una all’altra e troveranno rifugio e ristoro nell’affettuosa e pacata umanità degli avventori del Dog and Duck – il pub sul Tamigi -, che ai loro occhi paiono trasformarsi quasi in figure mitologiche.

Eppure, mentre il loro senso di inadeguatezza nei confronti della realtà continua a crescere, e Mary si ritira sempre di più a vita privata, c’è una sorpresa che attende Rose: la più deliziosa delle scoperte, l’amore, con tutta la potenza di una sensualità ancora da esplorare.

Rosamound di Rebecca West: la recensione

Si torna per l’ultima volta tra i ricordi e i sentimenti di Rose. In questo ultimo capitolo ci saranno due matrimoni, di cui uno sarà una sorte di tradimento per Rose e Mary. C’è l’America degli sfarzi sull’orlo del baratro della crisi economia e della recessione.

In tutto questo lo stile di Rebecca West resta sognante: la cronaca di una vita vissuta facendo il meglio che si poteva. Vorrei potervi dire molto di più ma fare spoiler non fa parte del mio stile. Vi assicuro che tutta la trilogia è irrinunciabile per gli amanti di Jane Austen, ricorda in molti punti quello stile: l’ironia sottile che in alcune frasi di Rose troviamo, le ambientazioni ovattate, il tè, la bellezza di donne che, nonostante siano cresciute in un’epoca molto poco femminista si sono ritagliate il loro spazio, la loro libertà.

Mi sono innamorata di questa famiglia: è difficile non entrarci in empatia. Ripercorrere la Storia attraverso quella di una famiglia non è semplice, non è così facile da fare: Rebecca West ci riesce e regala al lettore un sogno.

Il pubblico

Come sempre vi lascio qui sotto i link di affiliazione con cui potete supportarmi. Vi ricordo che per ogni acquisto generato da questi link io percepisco una piccola percentuale. In questo modo mi aiutate a portare costantemente qualità sul blog.

Vi ricordo che per tutte le novità e le letture in corso ricordatevi di seguirmi sui miei profili social Instagram, su Facebook, su Twitter e su YouTube.

Ricordatevi anche che nella home del blog potete iscrivervi alla newsletter in partenza da ottobre!

Paola, classe 1994, milanese DOS (denominazione origine stressata). Divoratrice di libri, dipendente da serie tv e film. Petulante agonistica e polemica per necessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *