L'estate che cambiò tutto di Beth Lewis, Beth Lewis, L'estate che cambiò tutto, La corte editore, Thriller, Recensione, My po blog,
Books,  Consigli libreschi

L’estate che cambiò tutto di Beth Lewis

L’estate che cambiò tutto di Beth Lewis edito da La Corte Editore è un thriller che mi ha lasciata col fiato sospeso per tutta l’estate.

Ringrazio la casa editrice per il gentile omaggio

L’estate che cambiò tutto di Beth Lewis: l’autrice

Beth Lewis è cresciuta nella natura incontaminata della Cornovaglia dividendo la sua infanzia tra i libri e la spiaggia. Ha viaggiato molto in tutto il mondo, arrivando a incontrare orsi neri, orche e squali bianchi. È stata cassiera di banca, vigile del fuoco, giocoliere e attualmente lavora presso un importante editore londinese.

L’estate che cambiò tutto di Beth Lewis: la trama

Tutto iniziò quando trovarono il corpo. Era l’estate torrida del 1971 e da quel momento niente sarebbe stato più lo stesso.

John, Jenny, Rudy e Gloria vivono a Larson, una piccola cittadina del Midwest, dove i ragazzi poco più grandi di loro stanno partendo per il Vietnam e dove tutto sembra immobile. Sognano di fuggire lontano aggrappandosi alla loro amicizia, ma un pomeriggio si imbattono nel cadavere di una giovane donna. È chiaro che si tratti di un omicidio ma a nessuno sembra importare.
I quattro amici cominciano a indagare e a scavare sempre più in profondità, scoprendo verità che mai avrebbero voluto immaginare. Paranoia e violenza inizia- no a prendere il sopravvento.
Mentre la madre di John e Jenny sembra perdere sempre più il controllo sotto l’effetto del whisky, il padre di Rudy non lesina atti di vero terrorismo nei confronti del figlio e dei suoi amici che stanno facendo troppe domande.
Le estati si susseguono, e insieme al caldo implacabile, una profonda oscurità avvolge Larson e i quattro ragazzi impareranno che, a volte, i segreti è meglio che rimangano sepolti.

L’estate che cambiò tutto di Beth Lewis: la recensione

Una cittadina americana degli anni ’70. Quattro amici di estrazione sociale diversa. Un cadavere che cela un segreto.

Beth Lewis costruisce un romanzo che ne sembra due: la prima parte racconta i rapporti di amicizia, fiducia, la famiglia, il bisogno di essere amati. La seconda parte invece è la ricerca di una verità che li trascinerà solo di più negli abissi delle menzogne della cittadina.

È molto interessante questo passaggio dal prima al dopo: cambia la prosa che diventa cupa, aspra. Cambiano i personaggi e la percezione. Il lettore diventerà un tutt’uno con John, con Jenny, con Rudy e con Gloria.

È un romanzo sul tradimento. Sull’uomo istinto dell’uomo che sceglie di curare le ferite come meglio può. C’è speranza delusa, l’ineluttabilità di un destino che colpisce sempre i più deboli, senza che questi si possano difendere. 

Beth Lewis ci ha regalato un romanzo grandioso con pochi, semplici ingredienti.

La verità è meglio però lasciarla nascosta, a volte…

Il pubblico

Piacerà a chi è piaciuto Sadie.

Come sempre vi lascio qui sotto i link di affiliazione con cui potete supportarmi: vi ricordo che per ogni acquisto generato da questi link io percepisco una piccola percentuale e a voi non costa assolutamente niente.

Io vi ricordo che per tutte le novità e le letture in corso ricordatevi di seguirmi sui miei profili social Instagram, su Facebook, su Twitter e su YouTube.

Ricordatevi anche che nella home del blog potete iscrivervi alla newsletter!

Non mi resta che augurarvi una buona lettura

Tra carboidrati, maschere idranti e letture le mie avventure avvengono. Un po' ve le racconto qui insieme a dosi massicce di caffè! Divoratrice di libri, dipendente da serie tv e film. Petulante agonistica e polemica per necessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *