MyPo's Word Po's Advice Serie TV

Voldemort: The Origin Of The Heir

Buonasera amici lettori! Appuntamento straordinario con un articolo d’eccezione.
Oggi vi voglio parlare di Voldemort: Origin of the heir.
Un film fan made per Youtube girato in Trentino Alto Adige con un budget di 15000 euro da una produzione totalmente italiana.
Partiamo parlando del budget: irrisorio, ridicolo che credo sia stato sfruttato in modo intelligente e che ha generato un prodotto finale da oltre 9 milioni di click in una settimana circa.
Trovo che questo film sia la dimostrazione che con talento, voglia, duro lavoro e passione si possano fare grandi cose senza grandi mezzi: lo reputo il miglior film italiano visto negli ultimi due anni.
Parto dall’unico lato negativo che però guardando il budget viene facilmente dimenticato: il doppiaggio. Si vede che è stato doppiato perchè spesso non l’ho trovato sincronizzato nel modo corretto.
Lati positivi: partono da un espediente narrativo per poter raccontare la storia prima di Lord Voldemort, ma non hanno stravolto la trama originale. Si sono semplicemente limitati a collegare tutte le informazioni che zia Row ci ha dato nei sette libri.
Gli effetti speciali erano fedeli a quelli del film, le atmosfere e lo stesso Riddle, interpretato da Stefano Rossi, risulta credibile grazie ad uno sguardo che trasmette allo spettatore quella paura descritta nei libri.
Diretto e scritto da Gianmaria Pezzato che ne ha curato anche l’editing e la creazione degli effetti speciali digitali è prodotto dalla Tryangle film.
Mi sembra importante ricordare che è una produzione finanziata dai fan che ad un certo punto si è scontrata direttamente con la Warner che potrebbe pensare a una serie tv o un film interamente dedicato al cattivo meno cattivo di Harry Potter (se amate la saga come me l’unica che veramente odiate è la Umbridge!).
Non ci resta che sperare che il progetto sia realizzato.
Vi lascio qui il link per il video e per la recensione di BeBibi.
Ricordatevi di seguirmi su Instagram (paolacalefato) e Facebook (MyPoBlog) per rimanere sempre aggiornati sulle mie letture.
Condividete se vi è piaciuto e iscrivetevi al blog per il prossimo articolo!
Non mi resta che augurarvi buona visione e ricordarvi che la settimana che inizia sarà ricca di appuntamenti!
A presto amici lettori!

Books Consigli libreschi MyPo's Word Po's Advice

Po's Advice: Christmas Edition 2017 II parte

Bentrovati amici lettori!
Oggi altra edizione di Po’s Advice e questa volta parliamo di libri per bambini/ragazzi.
Spesso regalare libri alle nuove generazioni è un po’ difficile: non leggono, se leggono leggono opere di scarsa qualità o biografie di Youtubers (non commento) quindi la grande domanda questo Natale è “Quale libro posso regalare?”.
Per bambini molto piccoli quest’anno le case editrici si sono superate!
Ad esempio Fabbri Editori ha pubblicato La storia del toro Ferdinando di Leaf in un’edizione con le bellissime illustrazioni di Lawson.
Per bambini un po’ più grandi o per tutti gli appassionati sono usciti per BUR i nuovi illustrati tra i quali mi ha colpita Fiabe dei fratelli Grimm.
Mondadori qualche tempo fa ha fatto uscire Storie della buonanotte per bambine ribelli e lo reputo uno dei regali sicuri (per chi non lo ha già) per questo Natale: divertente, istruttivo e adatto ad ogni fascia di età.
Poi si può optare per i grandi classici per l’infanzia: da Il Piccolo Principe che ormai c’è in qualsiasi versione e a qualsiasi prezzo a La fabbrica di cioccolato, Matilde, GGG di Roald Dahl.
Per i bambini già un po’ più grandicelli e allenati con la lettura ci sono gli Harry Potter, anche qui in edizioni diverse per tutte le tasche.
Si possono regalare libri istruttivi come Per questo mi chiamo Giovanni di cui vi ho già parlato qui.
Si possono regalare delle bellissime grapich novel come quelle di Zerocalcare pubblicate da Bao publishing che tanti reputano solo per adulti, ma secondo me sono ricche di trama, di significato con dei disegni pazzeschi che possono essere l’ideale per un primo approccio alla lettura per chi va già alle scuole medie.
Lascerei perderei grandissimi classici alla Piccole Donne, Moby Dick etc non perchè non siano belli, anzi, ma perchè se non si è abituati a leggere, se non piace passare il proprio tempo con un buon libro rischiano di rimanere sulle mensole a prendere polvere ingiustamente.
Approfitto per ricordavi che un buon libro regalato all’età giusta può davvero invogliare a leggere e aiutare un bambino, un ragazzo in momenti difficili della sua crescita. Se volete regalare libri pensate bene a quale scegliete, perchè e se può piacere.
Quali sono i libri che regalerete questo natale? Quali quelli che sperate di trovare sotto il vostro albero?
La mia lista è piuttosto lunga! Fatemi sapere la vostra qui sotto.
Vi lascio anche i link per l’acquisto dei libri che ho citato.
La storia del toro Ferdinando http://amzn.to/2C5byu9
Fiabe http://amzn.to/2C6Fi9M
Storie della buonanotte per bambine ribelli http://amzn.to/2ygzo2S
Il piccolo principe http://amzn.to/2kmgN0q
La fabbrica di cioccolato http://amzn.to/2C88zBc
Matilde http://amzn.to/2yh6yPN
GGG http://amzn.to/2jz3ygz
Zerocalcare: Macerie Prime http://amzn.to/2kpMpSP
Harry Potter http://amzn.to/2jwqdKo
Per questo mi chiamo Giovanni http://amzn.to/2jAiZVA
Ricordatevi di seguirmi su Instagram (paolacalefato) e Facebook (MyPoBlog) per rimanere sempre aggiornati sulle mie letture.
Condividete se vi è piaciuto e iscrivetevi al blog per il prossimo articolo!
Non mi resta che augurarvi buona lettura!
A presto amici lettori!

Books Consigli libreschi MyPo's Word Po's Advice

Po's Advice: Christmas edition 2017

Buongiorno amici lettori e soprattutto buon dicembre!
Oggi torna Po’s advice per aiutarvi nella scelta dei libri da regalare.
Se vi ricorderete in questo articolo vi dicevo che non sempre regalare libri è consigliabile, anzi.
Oggi, però, proverò a darvi 5 consigli che possono ben o male adattarsi più o meno a tutti.
1)Più che un libro è un autore che consiglio vivamente e parlo di John Williams di cui vi ho già parlato di Augustus e di Stoner entrambi editi da Fazi.
Cosa dirvi? È uno scrittore che merita di essere letto da chiunque. Uno stile dolce, semplice, immediato e empatico. Williams ha costruito Stoner come un uomo qualunque, l’eroe della normalità e reso il grande Augusto un uomo normale, con paure, fragilità e sentimenti.
2) Un libro per tutte le donne della nostra vita: Il contrario delle lucertole di Erika Bianchi edito da Giunti. Una storia di famiglia che famiglia non è. Donne che sono diventate donne troppo in fretta e uomini incapaci di amarle come dovrebbero. Bianchi scrive un libro dal sapore amaro, ma che si legge da solo.
3) Tatty di Christine D. Hickey edito da PaginaUno: amato profondamente e adatto a un pubblico dalla forte sensibilità. Una bambina come tante, troppe che si trova a dover diventare grande troppo in fretta. Una storia che sa di ogni epoca in cui i genitori non sono tali.
4) Le mille facce della stessa moneta di Francesco Nucera edito da Augh! (presto vi metterò il video della presentazione online): undici racconti veloci, verosimili tutti collegati dalla stessa domanda “Cosa è giusto fare?”. Adatto da regalare a chi non è un grande lettore proprio visto che non è una storia unica ma una serie di storie.
5) Solo bagaglio a mano di Gabriele Romagnoli edito da Feltrinelli. Un “librino” minuscolo che mette in dubbio ogni aspetto della nostra vita. Da regalare assolutamente a quelle persone che sappiamo hanno bisogno di una svolta, che stanno cercando di fare ordine nella loro vita e che hanno bisogno solo di una piccola spinta in più.
Vi lascio qui sotto i link per acquistare i libri su Amazon, vi ricordo che partecipo al programma di affiliazione di Amazon quindi se volete aiutarmi a crescere a darvi sempre contenuti di qualità potrete farlo acquistando direttamente dai link che vi lascio!
Fatemi sapere se avete letto qualcuno di questi libri o se avete intenzione di regalarne qualcuno e cosa ne penseranno!
Ricordatevi di seguirmi su Instagram (paolacalefato) e Facebook (MyPoBlog) per rimanere sempre aggiornati sulle mie letture.
Condividete se vi è piaciuto e iscrivetevi al blog per il prossimo articolo!
Iscrivetevi e seguitemi anche sugli altri social perchè dicembre sarà un mese ricco di novità, di contenuti e di un regalino tutto per voi.
Buona lettura!
 

Link 

Stoner http://amzn.to/2kmGqBY
Augustus http://amzn.to/2kqVhvn
Il contrario delle lucertole http://amzn.to/2jhTbKT
Tatty http://amzn.to/2AriV0u
Le mille facce della stessa moneta http://amzn.to/2zOJIRe
Solo bagaglio a mano  http://amzn.to/2kom0sk

Books Po's Advice

I re di Halloween 2017

Buon Halloween amici lettori!
Oggi vi parlo di tre libri che secondo me sono adattissimi a questa giornata.
Non aspettatevi Dracula o simili, perché ho deciso di optare per tre libri più o meno conosciuti, ma un po’ meno ovvii.
Il primo è IT di Stephen King: in un piccolo paesino del Maine accadono cose terribili che sembrano poter essere viste solamente dai bambini. Proprio per questo un piccolo gruppo di amici decide di affrontare le sue paure e porre fine a un ciclo che sembra ripetersi in modo metodico ogni trent’anni circa. Ambientato tra gli anni ’50 e gli anni ’80 è un romanzo che definire horror è riduttivo, ve ne parlerò molto presto in modo più dettagliato, sappiate che vi terrà col fiato sospeso dalla prima all’ultima pagina. (http://amzn.to/2A3OQle)
Il secondo libro è Fuoco Fatuo di Alberto Büchi di cui vi ho già parlato qui. Un romanzo ambientato in un cimitero con un bambino che non prova alcun tipo di empatia. Adattissimo per questa giornata: una storia cupa e dal finale inaspettato. (http://amzn.to/2xDvD89)
Il terzo è La Psichiatra di Wulf Dorn. Letto ai tempi del liceo posso solo dirvi che è un romanzo adrenalinico, la ricerca della verità è una cosa contro il tempo per salvare una misteriosa paziente dall’Uomo Nero. La protagonista, Ellen, dovrà compiere un percorso personale e insolito per salvare quella paziente sconosciuta e a quanto pare sparita misteriosamente. (http://amzn.to/2A1b6Mq)
Approfitto per dirvi che d’ora in poi i link di Amazon che troverete sul blog sono quelli dell’affiliazione: se vi va di supportarmi potete acquistare direttamente da lì e io userò quello che guadagnerò per far crescere sempre di più questo piccolo mondo dei lettori.
Fatemi sapere se li avete letti, se avete intenzione di leggerli, cosa ne pensate e quali sono le vostre letture per la giornata più spaventosa di tutto l’anno! Aspetto i vostri consigli!
Ricordatevi di seguirmi su Instagram (paolacalefato) e Facebook (MyPoBlog) per rimanere sempre aggiornati sulle mie letture.
Condividete se vi è piaciuto e iscrivetevi al blog per il prossimo articolo!
Non mi resta che augurarvi buona lettura!
A presto amici lettori!

Books MyPo's Word Po's Advice

La politica del Padrino

Bentrovati amici lettori! Questo è un articolo in collaborazione con LiberiLibri ma è molto diverso dal solito ed è un tema “nuovo” per questo blog.
Oggi vi voglio svelare che la politica americana dal tragico 11 settembre 2001 ad oggi può essere paragonata ai tre figli di Don Vito Corleone de Il padrino di Francis Ford Coppola.
Non ci credete?
Mi spiace deludervi ma è quello che hanno fatto John C. Hulsman e A.Wess Mitchell in un articolo apparso su National Interest e tradotto e reso un mini-saggio da LiberiLibri, che mi ha omaggiata dell’opera e che ringrazio per questa chicca.
Partiamo dalla premessa che si può o meno essere d’accordo sulla politica in generale e in questo caso su quella americana.
Quello che però mi ha colpita è stato l’affrontare l’argomento in un modo semplice, intuitivo e accessibile anche ai non addetti ai lavori.
Questo tipo di testi o articoli giornalistici spesso sono inaccessibili per la persona comune, Hulsman e Mitchell, invece, in modo diretto, veloce e semplice spiegano che la politica americana non è altro che un’unica famiglia divisa tra tre fratelli dove c’è chi vorrebbe rimanere nello status quo, chi vorrebbe rivoluzionare completamente il sistema e chi media.
In tutto questo però non contemplano il sistema elettorale che decide, o almeno così narra la leggenda, chi li governerà.
In sintesi la storia è questa: Don Vito Corleone subisce un attentato e viene messo fuori gioco. L’egemonia dei Corleone sulla malavita di New York è in serio pericolo. La situazione è molto simile a quella degli USA post 11 settembre 2001: un attacco improvviso, il segnale allarmante della fine di un’epoca di potere incontrastato.
Sono i tre figli di Don Vito che devono decidere come reagire, e in fretta. Le posizioni due figli maggiori ricordano quelle delle due potenze politiche (democratici e repubblicani), mentre quella del terzo, Michael, è tutta da costruire nella storia americana futura ed è quella vincente nel romanzo di Puzo e nel film di Coppola.
Tom, il Corleone “adottato”, propone di trattare subito col nemico. Una posizione che Hulsman e Mitchell paragonano a quella di Obama, Hilary Clinton e di tutti i “liberal institutionalist” democratici.
Sonny, figlio di sangue del Don, propone la strada della violenza. Devono imporsi in fretta su tutti e non è difficile trovare qualche parallelismo con l’epoca di Bush e con quella odierna di Trump.
È appunto il figlio minore, Michael, ad avere le idee più chiare: propone la mediazione tra i due fratelli. Violenza solo quando serve stringendo contemporaneamente nuove alleanze.
Solo ispirandosi a colui che nella film prenderà il posto del padre, gli Stati Uniti potranno uscire dalla crisi e rimanere sul primo piano della scena mondiale.
Insomma in poche parole è l’equilibrio tra forza e diplomazia che, generalizzando, porterà l’occidente buonista e delle mille parole e dei pochi fatti fuori dalla grave crisi economica, dei valori e politica che sta vivendo.
Cosa ne pensate?
Fatemi sapere se lo avete letto, se avete intenzione di leggerlo e cosa ne pensate.
Ricordatevi di seguirmi su Instagram (paolacalefato) e Facebook (MyPoBlog) per rimanere sempre aggiornati sulle mie letture.
Condividete se vi è piaciuto e iscrivetevi al blog per il prossimo articolo!
Non mi resta che augurarvi buona lettura!
A presto amici lettori!

Books MyPo's Word Po's Advice WrapUp!

#WrapUp: Luglio e Agosto 2017

Eccoci con un nuovo articolo…In tutti i sensi!
Questo è infatti il mio primo BookHaul e ho deciso di scriverne uno al mese, il primo però comprenderà i libri letti tra luglio e agosto.
Vi ricordo che è anche uscito l’articolo dei miei consigli di lettura per settembre su Parole A Colori, vi lascio qui il link sperando che passiate a leggere e magari a lasciare un like!
Bando alle ciance e iniziamo!
Non seguirò l’ordine di lettura perché proprio non me lo ricordo e di alcune trame sarò super sintetica perché conto di fare una recensione di TUTTI i libri che ho letto.
Iniziamo dalle collaborazioni:
di AlterEgo e Augh! ho letto: Non voglio bene a nessuno di Marco Rinaldi incentrato sul rapporto padre – figlio e che segue la crescita di un ragazzo vedendolo rapportare con diverse figure femminili. Secondo titolo Love Kaputt di Antonio Giugliano in cui seguiamo il percorso di un vedovo verso la verità in un baratro senza uscita di immoralità e squallore. Ultimo libro per questa collaborazione è stato La pagina mai scritta di Alessandro Ruta che ripercorre la storia di un uomo e di una donna dalla strage di piazza Fontana del 1969 a Milano a oggi.
Altra collaborazione è stata quella con liberilibri editrice per la quale ho letto William Conrad di Pierre Boulle di cui vi lascio il link alla recensione qui. La dottrina del padrino di Hulsman e Mitchell: breve saggio in cui si espone la situazione sociopolitica americana paragonandola a quella dei tre figli di don Vito Corleone e infine La virtù dell’egoismo di Rand. Quest’ultimo saggio è stato una scoperta piacevolissima: un testo di fine anni ’60 del secolo scorso di un’attualità pazzesca su come la vita della società influenza il singolo in modo diverso e sbagliato rispetto a quello che si può normalmente pensare e condividere.
Ho approfittato poi degli sconti su IBS e ho acquistato Stoner di cui potete trovare la recensione qui, La verità sul caso Harry Quebert (qui) e Anima di cui vi anticipo essermi piaciuto tantissimo, lo consiglio assolutamente a chiunque ami il genere Thriller. È un libro che arriva alla mente e fa salire l’adrenalina ad ogni pagina.
Incuriosita da La verità sul caso Harry Quebert ho acquistato in Ebook (sì, sono passata al Kindle per chi non mi segue sui social e tra un po’ credo farò un articolo sulle differenze con il cartaceo, fatemi sapere nei commenti se potrebbe interessarvi) Il libro dei Baltimore dove si approfondisce di più la figura di Marcus e anche di questo credo vi parlerò molto presto, ma come il “primo” è da leggere tutto d’un fiato.
Sono stata alquanto soddisfatta delle mie letture estive: non tutte mi sono piaciute o le ho capite fino in fondo, ma sono stati tutti testi ben scritti e ben strutturati.
Fatemi sapere se lo avete letto, se avete intenzione di leggere qualche titolo di cui ho parlato qui e cosa ne pensate.
Ricordatevi di seguirmi su Instagram (paolacalefato) e Facebook (MyPoBlog) per rimanere sempre aggiornati sulle mie letture.
Condividete se vi è piaciuto e iscrivetevi al blog per il prossimo articolo!
Non mi resta che augurarvi buona lettura!
A presto amici lettori!

Books MyPo's Word Po's Advice

Po's Advice: Letture da Spiaggia 2017

Ben tornati amici lettori!
Dopo svariate peripezie con WordPress ecco qui i dieci libri che vi consiglio per quest’estate.
Rullo di tamburi e… Il primo libro consigliato per l’estate 2017 è:
1) Scrivimi ancora di Cecilia Ahern.
Ne hanno tratto un film qualche anno fa. Il libro parla di Rosie e Alex, due bambini che si conoscono alle elementari e saranno presenti l’uno per l’altra tutta la vita, prima passandosi bigliettini di nascosto tra i banchi poi attraverso mail e posta.
Consigliato per le amanti del romanticismo e del lieto fine.
2) Appunti di un venditore di donne di Giorgio Faletti.
Milano della fine degli anni ’70 Bravo conduce la sua vita ai margini della legalità quando una serie di episodi riportano il passato, mai dimenticato, a fare i conti con l’uomo una volta per tute.
Consigliato agli amanti del giallo a tratti thriller.
3) Fuoco Fatuo di Alberto Buchi di cui trovate la recensione qui.
4) Il sigillo dei Magi di Tomaso Nigris di cui trovate la mia recensione qui.
5) Harry Potter
Non credo abbia bisogno di presentazioni ma lo consiglio a tutti coloro che non lo hanno mai letto. È la saga delle saghe e non potrete più farne a meno.
6) Non importa dove non importa quando di Riccardo Massetti di cui trovate la mia recensione qui.
7) Il corpo che vuoi di Alexandra Kleeman di cui trovate la recensione qui.
8) La sposa Normanna di Carla Maria Russo.
Narra la storia di Costanza d’Altavilla, madre di Federico II. In quest’opera si mostra la forza e l’intelligenza di una delle grandi figure femminili di spicco del Medioevo.
Consigliato per chi ama i romanzi storici.
9) Brooklyn di Colm Toibin.
Racconta il trasferimento della giovane Ellis Lacay dall’Irlanda all’America e di come il passaggio dall’adolescenza all’età adulta diviene a noi consapevole solamente una volta superato.
Consigliato a chi vuole riconoscersi in qualche modo in un romanzo e ama immergersi in atmosfere lontane ma reali.
10) Novecento di Alessandro Baricco.
È uno dei classici moderni della nostra letteratura che non ha bisogno di presentazioni, consigliato per chi ha bisogno di ritrovare un pochino se stesso.
Per sapere cosa leggerò io ricordatevi di seguirmi su Instagram (@paolacalefato) e su Fb (@MyPoBlog).
Fatemi sapere se ne leggerete qualcuno e quali sono i vostri consigli per me? Lasciate un like e condividete se vi è piaciuto.
Vi aspetto presto con tante novità!
Buona giornata 🙂

MyPo's Word Po's Advice

Po's Advice: la rivoluzione del "bigino"

Cari amici lettori bentrovati!
Mi spiace per l’assenza, ma sono stata inghiottita dalla sessione d’esame e proprio per questo oggi vi parlerò di un ottimo aiuto per lo studio: l’applicazione di Bignami!
Ho piacevolmente ritrovato questa realtà a Tempo di Libri, fiera dell’editoria tenutasi a Milano ad aprile di cui vi ho parlato qui.
Li ringrazio già da ora per la possibilità che mi stanno dando con questa collaborazione! Grazie! Grazie! Grazie!
Quanti di voi in preda al panico da studio o per ripassare o per ricordare meglio qualche passaggio dei Promessi Sposi ha usato alle superiori in bigini della Bignami? Tutti almeno una volta siamo stati salvati dall’insufficienza da quei piccoli libricini.
Oggi Bignami si approccia ad una nuova generazione totalmente informatizzata che i libri li vede come qualcosa di alieno e noioso attraverso un’applicazione scaricabile su Smartphone e Tablet che può racchiudere i Bignami di una volta.
L’ho usata nell’ultima settimana soprattutto come supporto per le ore di ripetizione che do a ragazzi delle medie e delle superiori e, in particolare modo, ho usato quello di Matematica: semplice e intuitivo.
Ho anche usato quello di latino per ripassare in vista dell’esame universitario di grammatica ed è stato un ottimo mezzo di ripasso: avevo tutto quello che mi serviva a portata di mano nei miei spostamenti senza alcun peso aggiuntivo.
Bignami è fonte di professionalità e sicurezza per gli studenti da molti anni: contenuti sorvegliati e autorevoli, fonti sicure e sintesi accurate, il tutto può essere sempre nel palmo della nostra mano offline, non sprecando i GB dei nostri operatori telefonici.
Questa idea è la sintesi perfetta di quello che è stato il passato dei “bigini” e il futuro delle applicazioni per smartphone e tablet attraverso le quali poter apprendere, sottolineare e crearci le nostre note personali.
I prodotti sono divisi per tre fasce di prezzo (€ 3,90 – € 6,90 – € 8,90).
Per accedere al servizio basta andare su http://bignamidigitale.com registrarsi, scaricare l’App da Apple Store o da Google Play, inserire la stessa password e lo stesso nome utente e il gioco è fatto.
Acquisterete i libri sempre dal sito e poi li scaricherete sul vostro dispositivo evitando di portarvi dietro tanti libri, soprattutto durante le vacanze estive che sono appena iniziate.
Per chiunque decida di usufruire del servizio perché incuriosito da questo post c’è un piccolo sconto per voi: mandando una mail a commenti@bignamidigitale.com e dicendo di aver letto il mio post potrà avere un prodotto della fascia di prezzo di €3,90 in omaggio!
Il mio ricordo legato ai bigini è quello della mia estate della maturità: filosofia e storia le ho ripassate così! Era facile ed intuitivo.
Il vostro?
È bello vedere una realtà che ha accompagnato migliaia di studenti nelle crisi disperate da studio trovare nuove strade per stare vicino ad ogni studente in crisi. Anche a quelli per i quali l’uso dei libri sarà sempre meno incisivo.
Fatemi sapere cosa ne pensate e ricordatevi di seguirmi sia qui sul blog, sia sui social come Facebook con My po e instagram (paolacalefato).
Vi aspetto!
A presto! 🙂

Books MyPo's Word Po's Advice

Eroi Soli

“La mafia, lo ripeto ancora una volta, non è un cancro proliferato per caso su un tessuto sano. Vive in perfetta simbiosi con la miriade di protettori, complici, informatori, debitori di ogni tipo, grandi e piccoli maestri cantori, gente intimidita o ricattata che appartiene a tutti gli strati della società. Questo è il terreno di coltura di Cosa Nostra con tutto quello che comporta di implicazioni dirette o indirette, consapevoli o no, volontarie o obbligate, che spesso godono del consenso della popolazione”.

Giovanni Falcone

23 maggio 1992, sulla strada per Palermo dall’aeroporto di Capaci saltavano in aria il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta.
19 luglio 1992 in via d’Amelio, Palermo, l’esplosione di una bomba uccide il giudice Paolo Borsellino e la sua scorta.
Entrambe le morti sono avvenute per mano e volere di Cosa Nostra.
Non voglio fare chissà quale grande discorso moralista a riguardo. Non è di mia competenza, io mi occupo di libri, amici lettori, ed è questi che voglio segnalarvi per informarvi, per conoscere e magari per educare i giovani lettori a non piegarsi ad un fenomeno che PUÒ essere arginato una volta per tutte.
Partirei dalle letture più adatte ai più piccoli. Negli ultimi anni molti autori si sono cimentati nel raccontare questa, orribile, realtà:
Per questo mi chiamo Giovanni di L. Garlando: l’ho letto alle medie, anche se l’età consigliata è otto anni, e mi ha catapultata in un mondo di cui non sapevo nulla. È un padre che racconta al figlio la storia del giudice e di quella che è accaduto nell’ombra della Sicilia fino al ’93-’94.
Per ragazzi già un po’ più grandi, infatti l’età consigliata è dai 12 anni, La Mafia spiegata ai ragazzi di A. Nicaso che con grande attenzione all’età a cui si rivolge spiega questa realtà e racconta non solo le ingiustizie, ma, soprattutto, i grandi uomini che l’hanno combattuta in nome dello Stato Italiano e per uno Stato Italiano più limpido e pulito.
Per gli adulti consiglio sicuramente:
Cose di Cosa Nostra di Giovanni Falcone stesso che, con grande maestria di chi l’ha combattuta a viso aperto, spiega in modo metodico e scientifico, oserei dire, la struttura della mafia.
Chi ha paura muore ogni giorno di G. Ayala: ex giudice e collega di Falcone e Borsellino ricorda i suoi anni in un quella “famiglia” che ha servito lo Stato pagando il prezzo più alto.
Ho ucciso Giovanni Falcone di S. Lodato: lunga intervista a Giovanni Brusca, pentito di Cosa Nostra, che ripercorre la sua vita da Uomo d’Onore e i giorni in cui si è preparata e poi, schifosamente (scusate) festeggiata la strage di Capaci, fino ad arrivare al motivo per il quale si è pentito.
Un Uomo d’Onore di E. Bellavia che raccoglie la storia del mafioso Francesco Di Carlo, confidente di Riina, di Provenzano e di Greco, dallo stesso protagonista e punto di contatto con il bel mondo tracciando un’immagine di Cosa Nostra inquietante e simile ad un polpo che ha i suoi tentacoli in tutti gli ambienti della nostra società civile.
Per finire il mio libro preferito: Giovanni Falcone – Un eroe solo scritto da Maria Falcone con Francesca Barra. L’amata sorella del giudice che da quel giorno si batte per la verità e per spiegare nelle scuole cos’è la Mafia racconta Giovanni come lo ha conosciuto lei: fratello, bambino, figlio, ragazzo e per finire servitore devoto dello Stato.
Questi sono i miei libri in assoluto preferiti e che giù consiglio a tutti voi, amici lettori, non perché voglia mostrarvi una realtà inquietante, ma per farvi conoscere degli eroi che in silenzio hanno svolto il loro dovere verso il futuro della loro terra senza però essere protetti da essa.
Ce ne sono altri mille di libri sulla Mafia come film e non sono solo Falcone e Borsellino vittime di quello Stato che, purtroppo, non è stato in grado di proteggere i suoi rappresentanti.
“È bello morire per ciò in cui si crede; chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola”
Paolo Borsellino
 
A presto amici lettori e come sempre fatemi sapere se vi è piaciuto e se avete libri a riguardo da consigliarmi.
Grazie di cuore!