Siamo tutti bravi con i fidanzati degli altri di Tommaso Zorzi

Da oggi in libreria Siamo tutti bravi con i fidanzati degli altri di Tommaso Zorzi (Mondadori): un esordio divertente dove la voce dell’autore è forte.

Ringrazio la casa editrice per il gentile omaggio.

La recensione fa parte del review party di cui vi lascio qui le altre tappe.

Tommaso Zorzi è un po’ la voce di tutte noi povere single che si ritrovano a fare i conti con una massa di casi umani indescrivibile.

Filippo Villa ha ventiquattro anni ed milanese da generazioni. Un ragazzo come tanti: giornalista sportivo e party-boy. Ha però deciso che quest’anno si fidanzerà. Per questo ha più di tredici chat attive su Grindr, famosissima app di incontri.

Accanto a lui c’è Bea, l’amica di una vita e coinquilina da sempre che a quanto disagio sentimentale con gli uomini non è messa meglio.

Tutto questo disagio viene alimentato dal vino bianco da discount che ogni sera Alice porta a Bea e Filippo in cambio di un posto sul divano del loro appartamento di Porta Venezia.

La sfiga sentimentale sembra prendere le distanze da Filippo, grazie all’inseparabile Gilda, il suo bellissimo esemplare di bassotto a pelo ruvido, che gli fa incrociare la strada di Diego. Dog sitter, uno e novanta, moro, occhi neri. Un bellissimo ragazzo… che ha una fidanzata che lo aspetta in Puglia. Dettagli.

La voce di Tommaso Zorzi in questo esordio è forte. È forte come la voce di una generazione disillusa e allo stesso tempo speranzosa: l’amore si cerca anche dal telefono. Poco importa come e dove, l’importante è decidere.

Ci siamo passate tutte, dopo una delusione ecco che non si vuole più niente…poi. Poi però tutto cambia e quella voce nella nostra testa diventa forte, un richiamo. Ecco che quindi si cerca l’amore e senza gli amici sarebbe più difficile. Lasciare il numero a un cameriere o cercarlo su app come Grindr che differenza fa?

Siamo tutti bravi con i fidanzati degli altri di Tommaso Zorzi è il ritratto di una generazione che vorrebbe ma ha paura, paura di sentirsi amata. Forse per tutto quello che ci succede, forse per l’instabilità dei tempi. Ecco però che l’esordio di Zorzi diverte, incuriosisce e soprattutto ci fa dire “Ma cazzo succede anche a me”!

Social Media Manager e Copywriter. Credo nel potere della skincare, dei libri, dei carboidrati e della musica.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: