Books,  Consigli libreschi

"Osservatore Oscuro" di Barbara Baraldi

Buongiorno amici lettori!
In questa giornata di ritorno alla normalità dopo il ponte pasquale vi voglio parlare di uno dei thriller italiani meglio costruiti tra quelli da gennaio ad oggi.
Sto parlando di Osservatore Oscuro di Barbara Baraldi edito da Giunti.
Il romanzo è il seguito di Aurora nel buio.
Nella certosa di Bologna viene ritrovato un cadavere con tatuato sul torace il nome di Aurora Scalviati, giovane profiler della polizia di Sparvara dal passato complicato e oscuro. Interrogata per ore dai colleghi capisce di dover combattere l’indifferenza e il sospetto di questi. Nel frattempo tornano gli incubi, la sua vita privata viene sconvolta e il passato busserà alla sua porta rendendo le persone che ama un bersaglio per un pericoloso serial killer. Aurora grazie al suo intuito, la sua caparbietà e i suoi fantasmi riuscirà a vincere l’ennesima sfida che la vita le pone davanti.
Barbara Barladi, nota agli amanti del fumetto per le sue opere, scrive un romanzo che sa di thriller ma non fonda la trama sulla suspance e sui colpi di scena, quanto sull’introspezione dei personaggi che, in questo secondo capitolo, crescono e maturano scontrandosi con una realtà che inevitabilmente li porterà a fare i conti con loro stessi.
Aurora risulta a tratti più riflessiva e testarda, pronta ad affrontare i fantasmi che si porta dietro dall’adolescenza. Un ritmo veloce, ma non frenetico che permette al lettore di mettere insieme i pezzi e portare avanti una sua indagine personale che verrà tranquillamente distrutta dal finale.
Uno stile molto americano sia per il modo di raccontare l’indagine sia per il linguaggio che è schietto e vero. Si vede che l’autrice conosce quello che racconta e in questo secondo capitolo a mio avviso riesce a rendere Aurora più vera: non la descrive solamente come una donna dal passato difficile poco incline alle regole, ma come una ragazza che ne ha passate tante e che l’unica cosa che vorrebbe è togliersi l’armatura che si è costruita addosso e lasciarsi sussurrare “Andrà tutto bene”, un po’ come ognuno di noi.
Consigliato a chi ha già letto Aurora nel buio e agli amanti del genere che troveranno nell’autrice uno dei pochi esempi di thriller italiano ben costruito dalla prima all’ultima pagina.
Vi lascio qui il link per l’acquisto Amazon (vi ricordo che acquistando direttamente da questo link io riceverò una piccola commissione, voi non avrete nessuna spesa in più ma solo se lo farete subito). Non perdetevi questa chicca che nelle librerie e per gli appassionati ha il suo perchè.
Ovviamente fatemi sapere cosa ne pensate voi e se avete titoli di quest’autrice da consigliarmi per continuare la sua scoperta!
Vi ricordo che per rimanere sempre aggiornati sulle mie letture basta seguirmi su Instagram, su Facebook e su Twitter. Ve lo consiglio perchè presto arriveranno tanti libri e tante novità.

Paola, classe 1994, milanese DOS (denominazione origine stressata). Divoratrice di libri, dipendente da serie tv e film. Petulante agonistica e polemica per necessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *